Train, Car or Plane?

Train, Car or Plane?

Every time I plan a trip for one of my travelers, I advise a different method of transportation depending on the location where they’re going. Then, I often get the questions, “why can’t we rent a car?” or “why can’t we take the train?” The answer is totally subjective, and I want to share with you my personal recommendations for the best travel experience.

Trains

Trains in Italy, and in most of Europe, are a wonderful way to get around! However, for many Americans, getting on the right train at the right time can be quite confusing simply due to the lack of railway systems in the U.S. If you are an experienced traveler, especially around Europe, trains are the best and cheapest way to travel between major Italian cities. In this case, you likely already know all the information in this article. However, for those of you who are not expert train takers, you should find this information useful.

There are two major train companies in Italy, Trenitalia and Italo. Italo tends to be slightly cheaper, although you can often find deals and discounts with Trenitalia, which result in a comparable or cheaper price than its competitor. Trenitalia offers three different types of trains: Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca. Without getting into too much detail about the difference between each line, all you need to know if that Frecciarossa is the fastest, traveling on the Alta Velocità (high speed) rails with fewer stops in between each major city. Frecciabianca travels on the conventional rails and stops at almost every inter-regional minor town, making the travel time significant slower. Frecciargento is somewhere in between, traveling on both high speed and conventional rails. Summing up, if you need to go from a major city to another major city, you should take either Frecciarossa or Frecciargento. However if you need to reach a smaller town, you need to take Frecciabianca, which is also the most luxurious train.

Should I validate my ticket?

If you purchase an intercity train such as one from Rome to Florence or Florence to Milan, there is no need to validate your ticket because the ticket will be specific for that train, with a precise time of departure and arrival as well as assigned seats. On board of the train a controllore (ticket officer) will come by to check your ticket. However, if you purchase an inter-regional train that connects you to towns within the same region, you will need to validate the ticket because the ticket does not have a specific time of departure which means you can get on any train. Therefore, in order to show that you’ve used your ticket, you need to validate it at the train station before getting on.

Time and Platforms

If you plan to travel around Italy by public transport, you will definitely need to know the 24h clock, not just to understand at what time your train departs but to read store opening and closing hours etc. All you have to do to understand the Italian time is to keep counting after 12p.m. so 13 means 1 p.m., 14 means 2 p.m., 16 means 4 p.m. and so forth.

When searching for the platform of your train, many people look at their ticket; however, the platform number will be displayed on the big boards at the station around 15 minutes, sometimes less, before the time of departure. That is because the platforms that the different trains arrive to isn’t decided ahead of time due to the many delays common in our transportation system for trains and buses alike.

In short, if you are an experienced traveler or are feeling adventurous and easily adapt to mistakes, delays or changes of plan, go ahead and experience traveling around Italy by train. However, if you like to stay on schedule and have no room for error, I would highly recommend hiring a private driver who knows how to avoid rush hour and get you where you need to go on time.

Renting a Car

Driving around Italy can be very peaceful but also nerve-wracking depending on location and how easily adapted to our organize chaos you are. Yes, we are very organized in our chaotic way of driving. That means that if no one stops at stop signs then everyone is following the same rule, that of not stopping. Funny anecdote; when I took my husband to Italy the first time, I wanted to show him how respectful of rules I had become so I thought, why not, let’s stop at the stop sign by my apartment and sure enough someone rear ended into me. My mom already had some tape on the back of the car and even though we could have filed a claim, we just got out, shook hands and moved on with our day. Would that have happened in America, someone would have spent all afternoon waiting for the cop, filing a claim and probably trying to get some unnecessary doctor’s visits lined up. I hope you don’t get offended and recognize the humor in it.

Anyways, back to renting a car in Italy; driving around the scenic Tuscan countryside can be quite relaxing as you will only pass a few cars so you could totally rent a car, even though that defeats the purpose of going to all the wineries and having many wine tastings. I personally recommend hiring our awesome driver Jonny in Tuscany so that you can let loose and not worry about the consequences. Also, Tuscany is notorious for its autovelox, automatic cameras that will snap a picture of your car if going over the speed limit. I’m ashamed to admit, I’ve been a victim of it as well as their speed limits are a bit ridiculous. I also advise against driving in Florence as the many one-way street and ZTL (Limited Traffic Zones) make it impossible to get around without getting a ticket. The same applies for the city center in Rome. When the varco (see below) says ATTIVO (active) you cannot go through it unless you are a resident or have a special permit. When it says NON ATTIVO (not active), you can drive through it. Confusing, isn’t it?

In general, in any big city or crowded place, driving can be quite crazy, with scooters zig-zagging through, three cars in one invisible lane, tight streets and curves (like on the Amalfi Coast) and mean bus drivers. Therefore, unless you have a lot of experience driving around European cities (although Italians are notorious for being the worst or best organized chaos drivers), I would not recommend renting a car. However, if you’re cruising around Umbria, Abruzzo, Tuscany, Puglia, Calabria or even some areas in Campania (EXCEPT for Naples and the Amalfi Coast), you may enjoy the freedom and flexibility of having your own vehicle. Sicily is a case of its own as driving isn’t particularly difficult but many rural places are subject to petty crimes, including stealing vehicles. And it is with Sicily that we lead into our last category:

Flights

While traveling by train can be cost-effective and efficient, there are certain places where it makes the most sense to take a short, $100, 45-minute flight such to Sicily and Sardegna. I personally prefer to also fly from Rome to Milan or for any long distances, simply because I don’t have the patience for sitting on a train for more than three hours. However, if time isn’t of the essence and you are running low on cash, trains and even buses are your best option.

I hope that this article has been helpful so that next time you travel to Italy you can choose the transportation method that works best for you. I’m optimistic that we can all go back soon!

__

Italian Version

Treno, Macchina o Aereo?

Ogni volta che organizzo un viaggio per i miei clienti, consiglio un mezzo di trasporto diverso a seconda di dove vanno. Spesso mi chiedono, “perché non possiamo noleggiare un’auto? O “perché non possiamo prendere il treno?” La risposta è completamente soggettiva e voglio condividere con voi i miei consigli per la miglior esperienza di viaggio.

Treni

Viaggiare in treno in Italia, e nella maggior parte dell’Europa, è un ottimo modo per spostarsi! Ciò nonostante, per molti americani prendere il treno giusto all’orario corretto può rivelarsi molto confusionario a causa della mancanza di sistemi ferroviari negli Stati Uniti. Se siete esperti viaggiatori, specialmente in Europa, i treni sono il modo migliore e più economico per viaggiare fra le grandi città. In questo caso, conoscerete già molte delle informazioni in questo articolo. Per coloro di voi che non sono esperti, le seguenti informazioni dovrebbero rivelarsi utili.

Ci sono due principali aziende ferroviarie in Italia, Trenitalia ed Italo. Italo tende ad essere leggermente più economico, anche se spesso si trovano delle promozioni e sconti con Trenitalia, risultando in prezzi abbastanza simili al competitore. Trenitalia offre tre tipi diversi di treni: Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca. Senza entrare in troppi dettagli riguardo alla differenza fra ogni linea, tutto ciò che dovete sapere è che Frecciarossa è il più veloce perché viaggia su linee ad Alta Velocità, collegando le città principali, con meno fermate nelle piccole località. Frecciabianca viaggia su linee convenzionali, fermandosi in quasi ogni stazione, il che lo rende molto più lento. Frecciargento è una via di mezzo e viaggia sia su linee ad Alta Velocità che su quelle convenzionali. In sintesi, se dovete spostarvi fra città principali, vi consiglio di scegliere fra Frecciarossa e Frecciargento. Se invece dovete raggiungere località più piccole, dovrete prendere Frecciabianca, treno anche più lussurioso dei tre.

Devo convalidate il biglietto?

Se comprate un biglietto intercity, come quello da Roma a Firenze o da Firenze a Milano, non dovete convalidare il biglietto perché questo tipo di biglietto è per un treno e una corsa specifica, con un orario definito di arrivo e partenza e posti assegnati. A bordo del treno passerà il controllore per convalidare il biglietto. Se invece comprate un treno interregionale che collega piccole città nella stessa regione, dovrete convalidare il biglietto perché non ha un orario di partenza specifico, ovvero potete usarlo su qualsiasi treno di quel tipo e a qualsiasi orario. Per mostrare che avete utilizzato il biglietto, dovrete convalidarlo alla stazione prima di salire a bordo.

Orari e binari

Se volete viaggiare per l’Italia con mezzi pubblici, dovrete assolutamente sapere come leggere l’orario delle 24 ore; non solo per capire a che ora partono i treni ma anche gli orari di apertura e chiusura dei negozi. Tutto ciò che dovete fare è continuare a contare passate le 12:00, quindi 13:00 significa 1 p.m., 14:00 significa 2 p.m., 16:00 significa 4 p.m. ecc.

Quando cercate il binario del treno, molti guardano il biglietto, ma il numero del binario uscirà sui tabelloni in stazione poco prima dell’orario di partenza del treno, a volte 15 minuti prima o meno. Questo perché, a causa dei frequenti ritardi, i binari di arrivo dei treni vengono decisi all’ultimo minuto.

Per riassumere, se siete viaggiatori esperti o volete andare all’avventura, consapevoli che vi potreste dover adattare ad eventuali errori, ritardi o cambiamenti di programma, fate pure questa esperienza di viaggiare per l’Italia in treno. Se invece vi piace rispettare gli orari o non avete tempo per eventuali sbagli, vi consiglio vivamente di assumere un autista che sa come evitare le ore di punta e farvi arrivare in tempo.

Noleggiare una macchina

Guidare per l’Italia può essere un’esperienza tanto piacevole quanto nevrotica, a seconda del posto e di quanto sapete adattarvi al nostro caos organizzato. Ebbene sì, noi siamo molto organizzati nel nostro folle modo di guidare. Infatti, se nessuno si ferma agli stop vuol dire che tutti seguiamo la stessa regola, quella di non fermarsi. Breve storia divertente; quando ho portato mio marito in Italia per la prima volta, volevo mostrargli quanto ero diventata rispettosa delle regole quindi mi sono fermata allo stop dietro casa e ovviamente mi sono venuti addosso da dietro! Mia madre aveva già dello scotch dietro alla macchina e anche se avremmo potuto chiamare l’assicurazione e i vigili, siamo solo scesi, ci siamo dati una stretta di mano e siamo ripartiti. Se ciò fosse accaduto in America, la persona coinvolta avrebbe passato tutto il pomeriggio aspettando il vigile, chiamando l’assicurazione e probabilmente provando a fare delle visite mediche completamente non necessarie. Spero che non vi offendiate ma riconosciate l’umore.

Torniamo a noi; guidare per la campagna toscana è molto rilassante visto che passerete solo poche macchine quindi potreste certamente noleggiare un’auto, anche se poi non potrete godervi tutte quelle degustazioni di vino nei diversi vigneti della regione. Personalmente, vi consiglio di assumere la nostra fantastica guida, Jonny, così che potete brindare senza badare a conseguenze. Inoltre, la Toscana è notoria per la miriade di autovelox che vi fanno la foto se superate il limite di velocità. Mi vergogno ad ammetterlo ma anche ne sono stata vittima e ho preso diverse multe perché i limiti di velocità sono ridicoli. Vi sconsiglio anche di guidare a Firenze perché quasi tutte le strade sono a senso unico e ci sono molte ZTL (Zone a Traffico Limitato) che rendono quasi impossibile non prendere multe. La stessa cosa vale per Roma. Quando il varco è ATTIVO non ci si può passare, eccetto residenti; mentre quando il varco è NON ATTIVO, è permesso il passaggio. Confusionario, non è vero?

In generale, nelle grandi città o in posti molto affollati, guidare è da pazzi, fra moto che fanno lo slalom, tre macchine in una corsia invisibile, stradine e curve strette (come in Costiera) e autobus aggressivi. Di conseguenza, e meno che non avete molta esperienza nella guida in città europee (anche se noi italiani siamo notori per essere i peggiori o meglio i migliori alla guida nel caos organizzato), vi sconsiglio di noleggiare un’auto. Se invece avete in programma di girare per regioni come l’Umbria, l’Abbruzzo, la Toscana, la Puglia, la Calabria e anche la Campania (TRANNE a Napoli e in Costiera), potrete godervi la libertà e la flessibilità di avere il proprio veicolo. La Sicilia è un caso a parte perché la guida non è particolarmente difficile ma in molti posti rurali potrebbero rubarvi la macchina. E con la Sicilia passiamo all’ultima categoria:

Viaggiare in aereo

Viaggiare in treno è sicuramente più economico e a volte vantaggioso ma, per andare in certi posti come in Sicilia o in Sardegna, ha più senso prendere un volo di 45 minuti che costa sugli 80 euro. Io preferisco prendere l’aereo anche per andare da Roma a Milano o in qualsiasi località che non posso raggiungere in massimo tre ore di treno, semplicemente perché non ho la pazienza di stare seduta a lungo. Ovviamente, se non avete restrizioni di tempo e volete risparmiare, treni e persino autobus sono le opzioni migliori.

Spero che questo articolo vi sia utile per decidere il mezzo di trasporto migliore la prossima volta che andrete in Italia. Sono ottimista che potremmo tutti tornarci presto!