Easter In Italy: Chocolate Eggs, Traditions & Peculiar Rituals!

Easter In Italy: Chocolate Eggs, Traditions & Peculiar Rituals!

In Italy, the Christian Easter is preceded by a time of penance, called Lent, which starts 40 days before Easter. During the last few days before Easter Sunday and on Easter, there are many folkloric ceremonies throughout the country with reenactments of different episodes of the Passion of Christ. Let’s look at some of them along with traditional games played with the eggs… not the chocolate ones!

The eggs

The ancient tradition of getting and giving eggs as a gift (today mostly chocolate eggs) comes from the fact that Easter coincides with the beginning of Spring which symbolizes fecundity and the renewal of life. Today, there are many different kinds of chocolate eggs, ranging from 4 euros all the way to hundreds of euros, depending on the size of the egg and the quality of the gift inside. Some eggs come with brand-name watches and jewelry, others with games, stuffed animals and Disney characters. There is certainly an egg for every taste!

 

 

 

 

 

 

 

In many regions, eggs, real ones, are also used to play traditional games. For example, in the north-east, in the region of Friuli Venezia Giulia, the gioco del Truc (game of Truc) is quite an interesting game. People make chicken eggs roll down a large bowl filled with sand trying to hit the adversary’s egg. Those who succeed receive a prize. There are many variations of this game throughout Italy, some in which you have to hit the other person’s egg with the intent of breaking it and others where you have to hit it and try to leave it intact.

Rome & the Via Crucis – The Way of the Cross

Without a doubt, the Via Crucis is the most important Easter event in Italy. It takes place on Good Friday in some of the most spectacular places that only the Eternal City can offer. The procession, with thousands of believers, starts at the Colosseum and ends at the Tempio di Venere (Venus’ Temple). The Pope is also present and leads the celebration that remembers the dramatic events preceding the crucifixion of Christ.

Strange Sicilian Traditions

It comes with no surprise that the strangest Easter traditions take place in the south, specifically in Sicily. In Palermo, the Ballo dei Diavoli Prizzi(Dance of the Prizzi Devils) is a weird and at times annoying ritual, especially if you don’t know what it is. Beginning in the morning of Easter, two people dressed in red as devils and the ‘death’ dressed in yellow harass the passers-by and try to prevent the ‘reunion’ of the statues of the resurrected Christ and the Virgin Mary. They will then be defeated by the angels who strike them with their swords in a festive celebration accompanied by the sound of church bells.

Near Messina, the Festa dei Giudei(Party of the Jew) takes it to the next level. Famers and shepherds dress up with a traditional red costume with yellow stripes and a red hood which covers their faces to symbolize the devil. They go around town to disturb the procession in the remembrance of the death of Christ and, after having successfully interrupted it, they put on a ‘duel’ with believers.

Pasquetta – Easter Monday

As usual, we like to extend our celebrations so the day after Easter, called lunedì dell’Angelo (the Monday of the Angel) or informally Pasquetta, is also a national holiday where Italian families around the country enjoy meals, often as picnics, of left-overs from Sunday, hard boiled eggs, frittate, quiche and many more delicious foods along with a good bottle of red wine. This day remembers the encounter of the angel with the women who finally arrived at the tomb after being lost.

This is a just a small taste of the hundreds of rich and varied Easter traditions in Italy. Everywhere you go, there are different customs, each one with its own regional history and unique rituals. If you travel to Italy during Easter, don’t miss the opportunity to participate in one of them!

Buona Pasqua!

__

Italian Version

La Pasqua in Italia: uova di cioccolato, tradizioni e rituali peculiari!

In Italia la Pasqua Cristiana è preceduta da un periodo di penitenza, chiamato Quaresima, che comincia 40 giorni prima della Pasqua. Gli ultimi giorni prima della domenica pasquale e nel giorno di Pasqua, si svolgono numerose cerimonie folkloristiche in tutta la nazione con la rievocazione di diversi episodi della Passione di Cristo. Diamo un’occhiata ad alcuni di questi, assieme ai tradizionali giochi con le uova… non quelle di cioccolato!

Le uova

L’antica tradizione di dare e ricevere uova in dono (al giorno d’oggi soprattutto quelle di cioccolato) deriva dal fatto che la Pasqua coincide con l’inizio della primavera, la quale simboleggia la fecondità e il rinnovo della vita. Oggi ci sono molti tipi diversi di uova di cioccolato, che vanno dai 4€ fino ai 100€ a seconda della grandezza dell’uovo e dal tipo di sorpresa che vi è all’interno. Alcune uova contengono orologi di marca e gioielli, altre invece giochi, animali di peluches e personaggi Disney. Ce n’è per tutti i gusti!

In molte regioni le uova, quelle vere, sono usate per giochi legati alla tradizione. Per esempio, nel nord-est, in Friuli Venezia Giulia, il gioco del Truc è un gioco alquanto interessante. La gente fa rotolare le uova di gallina in un grande recipiente pieno di sabbia cercando di colpire le uova avversarie. I vincitori ricevono un premio. Ci sono molte varianti di questo gioco in tutta Italia, in alcune l’obiettivo è colpire l’uovo dell’avversario e romperlo e in altre colpirlo ma lasciarlo intatto.

Roma & la Via Crucis

Senza dubbio, la via Crucis è il l’evento più importante della Pasqua in Italia. Ha luogo il venerdì Santo in alcuni dei posti più spettacolari che solo la città eterna può offrire. La processione, con migliaia di fedeli, parte dal Colosseo e termina al Tempio di Venere. É presente anche il Papa che guida la celebrazione che ricorda i drammatici eventi che precedono la crocifissione di Cristo.

Strane tradizioni siciliane

Non sorprende che le tradizioni pasquali più bizzarre abbiano luogo nel sud Italia, nello specifico in Sicilia. A Palermo, il Ballo dei Diavoli Prizzi è uno strano e a tratti fastidioso rituale, soprattutto se non si sa cosa sia. Inizia la mattina di Pasqua, con due persone vestite di rosso come i diavoli e la “morte” vestita di giallo, che “assalgono” i passanti e tentano di evitare la “riunione” delle statue del Cristo risorto e della Vergine Maria. Verrano poi sconfitti dagli angeli che li trafiggono con le loro spade in una celebrazione accompagnata dal suono delle campane.

Vicino a Messina, la Festa dei Giudei passa al livello successivo. Contadini e pastori si vestono con un tradizionale costume rosso a strisce gialle e un cappuccio rosso che gli copre il volto a simboleggiare il diavolo. Girano per la città, disturbando la processione in ricordo della morte di Cristo e, dopo averla interrotta con successo, inscenano un “duello” con i fedeli.

Pasquetta

Come sempre, ci piace estendere le celebrazioni quindi il giorno dopo la Pasqua, chiamato lunedì dell’Angeloo più comunemente Pasquetta, è un’altra festa nazionale in cui le famiglie italiane di tutto il Paese si godono un pasto, di solito un picnic con gli avanzi della domenica, uova sode, frittate, quiche e molti altri deliziosi piatti, assieme ad un buona bottiglia di vino rosso. Questo giorno ricorda l’incontro dell’angelo con le donne che giunsero alla tomba di Cristo dopo essersi perdute.

Questo è solo un assaggio delle centinaia di ricche e varie tradizioni pasquali in Italia. Ovunque si vada, ci sono costumi diversi, ognuno con una propria storia regionale e propri rituali. Se decidete di visitare l’Italia durante la Pasqua, non perdete l’opportunità di prendere parte ad uno di questi!

Buona Pasqua!